LIBRETTO ORARIO IN VIGORE DA DOMENICA 13 GIUGNO - AGGIORNAMENTO CORSE DI RIOMAGGIORE clicca qui    
 
EMERGENZA CORONAVIRUS - AGGIORNAMENTO DEL 09 GIUGNO 2021 misure di contenimento     
 
WELCOME CARD PER TURISTI - PER INFORMAZIONI clicca qui    
 
SERVIZIO A PRENOTAZIONE - clicca qui
 
CORSE SCOLASTICHE - AGGIORNAMENTO DEL 7 MAGGIO 2021: clicca qui 
  
  MARZO 2021 - PUBBLICATO BANDO SISTEMA QUALIFICAZIONE PULIZIE clicca qui    
 
   RINNOVO ABBONAMENTI ON LINE - NUOVA PROCEDURA  - INFORMAZIONI PER L'UTILIZZO clicca qui  
  
 COME CAMBIA IL SERVIZIO IN CASO DI ALLERTE METEO clicca qui   
 
  AGEVOLAZIONI FISCALI PER ABBONAMENTI ACQUISTATI DURANTE L'ANNO 2020: clicca qui  
 
  

Buoni TPL

I Buoni TPL per le Aziende ovvero, somme erogate ai dipendenti per l’acquisto degli abbonamenti per il trasporto pubblico.

Cosa sono?

La Legge di bilancio di Bilancio 2018 ha introdotto a favore delle Aziende la possibilità di rimborsare tutto o in parte il costo degli abbonamenti di trasporto pubblico di acquistati dai propri lavoratori o famigliari.

Un importante strumento, messo a disposizione dallo Stato, a sostegno dell’ambiente, proprio attraverso l’incentivo ad utilizzare forme di mobilità agevolata. Cosa può fare l’Azienda?

Il datore di lavoro può acquistare per i propri dipendenti o per i famigliari a carico (ad esempio ragazzi in età scolastica) abbonamenti da utilizzare per il trasporto pubblico locale oppure può rimborsare loro le spese per l’acquisto.

Tali somme non andranno a formare reddito di lavoro dipendente diventando, così, parte del welfare aziendale al pari, ad esempio, dei “buoni pasto”; saranno, inoltre, totalmente deducibili dal reddito d’impresa nell’anno fiscale di riferimento.

Quali sono i vantaggi?

Fiscali, per l’Azienda e per il lavoratore: l’intera somma è totalmente deducibile per la prima e non contribuisce a formare reddito da lavoro dipendente per il secondo. Il tutto senza limiti e tetti di spesa: le nostre tariffe sono più basse, ma se un dipendente spendesse 100 euro al mese per un abbonamento, il datore di lavoro potrebbe riconoscergli anche 1200 euro l’anno, quasi un 15° mensilità che può essere sommata, ad esempio, ai buoni pasto.

Di tempo, per il lavoratore perché si possono valutare forme personalizzate sia per effettuare la tessera di riconoscimento che per la consegna dell’abbonamento mensile: grazie al canale “Azienda” si potrà avviare una corsia preferenziale nei rapporti Cliente – ATC. Ed, in accordo con il datore di lavoro, anche di pagamento. Vantaggi, questi, non solo per il lavoratore, ma anche per famigliari a carico: figli, coniugi...

 

Per avere maggiori informazioni sui Buoni TPL, potete contattare:

Ufficio Affari Generali 

dott. ssa Liliana Arfanotti - 0187 522548

oppure inviare una mail ad Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.